Nextlaw Avvocati BariNextlaw Avvocati Bari

Bacheca

FILTRA PER CATEGORIA

2 dicembre 2016

Nextlaw al Nimby Forum – XI edizione (15 novembre 2016, Palazzo Wedekind – Roma)

CATEGORIA :   Next Story
nimby-forum

Martedì 15 novembre 2016, a Palazzo Wedekind a Roma, è stato presentato l’undicesimo rapporto annuale dell’osservatorio “Nimby Forum”, un progetto di ARIS – Agenzia di Ricerche Informazione e Società, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Nextlaw ha contribuito a redigere parte del rapporto e, in particolare, la sezione “Focus Puglia: 1. Puglia 2016: NIMBY o NIMTO” (scarica la pubblicazione in formato pdf), sottoscritta dagli avvocati Luca Clarizio (Managing partner di Nextlaw Avvocati) e Giuseppe Moro (Giurista d’impresa di Nextlaw Avvocati).

La Puglia vede trasformare le forme di dissenso alle piccole e grandi opere. Dal tradizionale NIMBY “Not in my back yard”, cioè “No nel mio giardino”, al più recente NIMTO “Not in my term of office”, cioè “No nel mio mandato”. La conseguenza? “Decisioni senza volto e volti di decisori impotenti”, come scrive Christian Salmon. Ciò a discapito di visioni complessive che, viceversa, si spezzettano spesso in micro-decisioni di emergenza.

Il NIMTO pugliese e il contributo di Nextlaw è stato oggetto di discussione durante la tavola rotonda, che si è tenuta durante la presentazione del rapporto, tra Filippo Patroni Griffi (Presidente aggiunto del Consiglio di Stato), Chicco Testa (Presidente di Sorgenia S.p.A.), Giovanni Valotti (Presidente Utilitalia e Presidente A2A S.p.A.) e Luciano Violante (Presidente Emerito della Camera dei Deputati e Presidente Italiadecide); inoltre, da Oscar Giannino su Radio24 durante l’intervista all’ideatore del Nimby Forum, Alessandro Beulke (scarica qui il podcast: http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/versioneoscar/trasmissione-novembre-2016-165941-gSLAyJqp5B).

24 maggio 2016

Nextlaw a ORTI

CATEGORIA :   Next Story
CLARIZIO 8

Venerdì 13 maggio alle ore 15:00, presso la Sala consiliare della Città metropolitana di Bari (Lungomare Nazario Sauro, 29), l’avvocato Luca Clarizio dello studio Nextlaw avvocati ha partecipato alla seconda edizione di La Puglia che collabora. Imprese ed amministrazioni territoriali alleate per lo sviluppo e l’innovazione, organizzato da ORTI – Osservatorio Relazioni Territorio Imprese.

L’avvocato Luca Clarizio, che ha partecipato alla tavola rotonda “Trasparenza e fiducia. Per un nuovo patto tra imprese e amministrazioni locali”, ha messo in luce come “trasparenza” e “partecipazione”, termini un tempo estranei al mondo del diritto, abbiano assunto una spiccata valenza giuridica, tanto da connotare i procedimenti delle pubbliche amministrazioni.

L’avvocato Clarizio ha evidenziato come la trasparenza delle condotte delle pubbliche amministrazioni e la partecipazione dei soggetti interessati alle attività svolte dagli enti, singoli ed imprese, da sole non bastino: è indispensabile, difatti, che il rapporto tra amministrazioni e soggetti privati sia improntato sulla fiducia; sul riconoscimento, cioè, che gli uni siano necessari interlocutori degli altri e che entrambi, con ruoli differenti, mirino al perseguimento di interessi pubblici, secondo moduli valevoli per tutti e in base a tempi certi.

E’ così – ha concluso l’avvocato Clarizio – che si consolidano le basi della legalità.

Alla stessa tavola rotonda hanno partecipato Franco Ancona (Sindaco di Martina Franca), Nicola Delle Donne (Presidente ANCE Puglia), Michele Mario Elia (Country Manager Italia TAP), Giovanni Gorgoni (Direttore Dipartimento Promozione della salute, del benessere sociale e dello sport Regione Puglia), Amedeo Maizza (Professore di Economia e gestione delle imprese e Preside Facoltà di Economia Università del Salento), Giuseppe Pignatelli (Responsabile Commerciale e Sviluppo BUsiness Banca Farmafactoring), Francesco Paolo Sisto (Deputato FI Commissione Affari Costituzionali) e Giuseppe Speziale (Vice Presidente GVM Care & Research).

13 maggio 2016

Nextlaw presente all’incontro La Puglia che collabora

CATEGORIA :   Next Story
13063018_1270061543021555_279575940418186082_o

Venerdì 13 maggio alle ore 15:00, presso la Sala consiliare della Città metropolitana di Bari (Lungomare Nazario Sauro, 29), l’avvocato Luca Clarizio dello studio Nextlaw avvocati parteciperà alla seconda edizione di La Puglia che collabora. Imprese ed amministrazioni territoriali alleate per lo sviluppo e l’innovazione, organizzato da ORTI – Osservatorio Relazioni Territorio Imprese.

Il managing partner dello studio Nextlaw interverrà nella seconda tavola rotonda prevista dal programma, Trasparenza e fiducia, per un nuovo patto tra imprese e amministrazioni locali, moderata dal giornalista Vincenzo Magistà, direttore di Telenorba.

1 aprile 2016

La sanità per la salute

CATEGORIA :   Next Story

Primo gruppo in Italia per presenza territoriale con 33 strutture sanitarie distribuite in 9 regioni italiane, di cui 5 in Puglia, tra Bari, Lecce, Taranto e Conversano (Ba), e 3 Paesi esteri. 61 centri medici d’eccellenza sanitaria presenti in 11 regioni, fra cui 13 in Puglia. Questi i numeri di GVM Care & Research, gruppo italiano che opera in sanità, ricerca, industria biomedicale, benessere termale e servizi alle imprese.

Innovazione, qualità e integrazione pubblico-privato sono i punti di forza del Gruppo. In una nota, Ettore Sansovini – presidente del gruppo – afferma che i cardini dell’organizzazione di GVM sono la “ricerca d’integrazione fra sanità pubblica e privata, la creazione di reparti attrezzati per discipline di alta specializzazione dove la sanità pubblica è carente, sistemi di controllo di gestione per raggiungere la maggiore efficienza e organizzazione delle strutture ai livelli dei migliori ospedali internazionali”.

La cura del paziente e dei familiari costituisce il cuore del codice etico del gruppo. Le strutture GVM Care & Research soddisfano le aspettative di chi è bisognoso di cure e offrono un percorso assistenziale di alto livello, senza trascurare l’accoglienza degli ambienti di cura, l’informazione, l’assistenza e le richieste dei familiari del paziente.

Il lavoro del personale addetto – medici, infermieri professionali e operatori sanitari – è garantito dalla certificazione di qualità che contraddistingue molte strutture del Gruppo.

In Puglia, il Gruppo ha affidato la propria consulenza e assistenza legale allo studio legale Nextlaw.

18 febbraio 2016

TAP. Il 17 febbraio il TAR Lazio ha accolto le richieste di Nextlaw

CATEGORIA :   Next Story

Con le sentenze 2107 e 2108 del 17 febbraio 2016, il TAR Lazio ha respinto i ricorsi presentati dal Comune di Melendugno e dalla Regione Puglia che impugnavano l’Autorizzazione Unica rilasciata a TAP.

13 febbraio 2016

Nextlaw, con la propria consulenza e assistenza legale, a fianco di GVM Group

CATEGORIA :   Next StoryRassegna stampa

Gazzetta Del Mezzogiorno
5 febbraio 2016

BARI – Cambiano gli equilibri nella sanità privata pugliese. Il gruppo Gvm Care & research, che fa capo all’imprenditore romagnolo Ettore Sansavini, già presente in regione con quattro importanti cliniche accreditate, ha messo a segno un colpo destinato a lasciare il segno. Il gruppo di Lugo si è infatti assicurato la proprietà e della gestione della clinica Santa Maria di Bari, un ospedale da circa 180 posti letto convenzionato per cardiochirurgia, cardiologia interventistica, ostetricia-ginecologia (con un centro per la procreazione assistita), chirurgia ed ortopedia.

Gvm, che a livello nazionale conta su 30 ospedali, 3mila posti letto e oltre 80mila ricoveri (è presente anche in Francia, Polonia ed Albania), diventa il primo operatore sanitario privato pugliese con 576 posti letto (di cui 480 accreditati). L’acquisizione della Santa Maria sancisce dunque il sorpasso sul gruppo Cbh guidato da Max Paganini, presidente dell’Aiop Puglia, che conta poco più di 450 posti letto accreditati e che secondo voci insistenti sarebbe nel mirino di un gruppo sanitario campano.

Dal quartier generale di Lugo di Romagna non trapelano commenti sull’operazione. Posizione giustificata non tanto da (ovvie) ragioni di riservatezza, quanto forse per consentire alla proprietà uscente della Santa Maria (che fa riferimento alla presidente Elena Galluccio e alla famiglia Semeraro) di informare direttamente i propri dipendenti del passaggio di consegne.
Sansavini, sbarcato in Puglia 15 anni fa, inseguiva da tempo l’obiettivo della Santa Maria: fin da quando il suo gruppo, oltre 35 anni fa, è diventato un punto di riferimento nazionale per la cardiochirurgia e per la rete di strutture presenti in tutta Italia. Grazie all’acquisizione dell’ospedale privato barese, il gruppo romagnolo (la Puglia rappresenta un quarto del fatturato complessivo della holding) potrà consolidare il suo know how nelle discipline di cardiochirurgia ed emodinamica interventistica in Puglia. Gvm gestisce Anthea a Bari, Villa Lucia a Conversano, D’Amore a Taranto e Città di Lecce nel capoluogo salentino. Dopo l’acquisizione Gvm conterà su oltre 1.000 dipendenti in Puglia, dove ha effettuato negli ultimi anni investimenti per oltre 150 milioni: ne emerge la fotografia di un gruppo da oltre 510 posti letto organizzati secondo un modello di rete.
Nelle scorse settimane l’imprenditore romagnolo ha manifestato interesse anche all’avviso pubblico per la vendita del complesso in amministrazione straordinaria della Casa di cura Divina Provvidenza. Il termine di presentazione delle offerte scade il 12 febbraio, e riguarda l’acquisizione delle attività sanitarie nelle sedi di Bisceglie, Foggia e Potenza. I gruppi interessati dovrebbero essere non più di tre-quattro, ed è probabile che dalle offerte possa emergere uno «spezzatino» dell’ente ecclesiastico: ai privati interessano infatti le attività più remunerative, non certo il fardello da oltre 600 dipendenti che in questi anni ha prodotto un buco irreversibile nei conti. A fare gola è il tetto di spesa assegnato alla Divina Provvidenza, 70 milioni, che non è saturato (il fatturato è di circa 46): la Regione sta monitorando l’operazione proprio perché un eventuale trasferimento delle attività a privati potrebbe produrre un aggravio immediato sui conti del servizio sanitario

22 dicembre 2015

Nextlaw sostiene Fondazione per il Sud

CATEGORIA :   Next Story
Fondazione con il Sud - Nextlaw Avvocati

800 progetti, 150 milioni di euro erogati. Questi i numeri della Fondazione per il Sud, da 9 anni impegnata nel promuovere infrastrutture sociali e percorsi di coesione per lo sviluppo del Mezzogiorno.

Lo studio Nextlaw sostiene attivamente le azioni di Social Responsability a favore della Fondazione.

Nextlaw

28 ottobre 2015

TAP vs. Comune di Melendugno: successo di Nextlaw al TAR del Lazio

CATEGORIA :   Next Story

Con la sentenza n. 11421/2015 il TAR del Lazio ha accolto il ricorso proposto da TAP – difesa dagli avvocati di Nextlaw Luca Clarizio, Marco Lancieri, Francesco Cantobelli, nonché dal prof. avv. Fabio Cintioli – e così ha annullato l’ordinanza con cui il Sindaco del Comune di Melendugno aveva sospeso le indagini geotecniche prescritte dal decreto ministeriale VIA ai fini della realizzazione del gasdotto transadriatico.

Il fatto. Il Comune aveva bloccato l’accesso ai fondi per l’espletamento dei quaranta carotaggi per cui non era necessaria alcuna autorizzazione paesaggistica. Secondo il Comune, questo provvedimento occorreva per tutti i quarantaquattro carotaggi previsti nel programma delle indagini e non soltanto per i quattro per cui TAP aveva rivolto una specifica istanza al Comune di Melendugno, competente al rilascio del provvedimento. Ciò sebbene la Prefettura di Lecce, al termine dell’apposita conferenza dei servizi, alla quale aveva partecipato anche il Comune, avesse verificato che, in ordine ai quarantaquattro punti in cui si sarebbero effettuate le indagini, soltanto quattro necessitavano dell’autorizzazione.

La sentenza. Il giudice amministrativo, accogliendo gli argomenti degli avvocati di Nextlaw, ha evidenziato che il Comune aveva “artificiosamente” ritenuto che occorresse una specifica autorizzazione paesaggistica anche per effettuare i carotaggi nei quaranta punti diversi dai quattro indicati da TAP con la propria richiesta di autorizzazione paesaggistica. La sentenza, oltre ad aver aver accolto il ricorso, ha condannato il Comune al pagamento delle spese processuali.

27 ottobre 2015

Nextlaw al Nimby Forum – Roma, 17 novembre 2015

CATEGORIA :   Next Story
foto

Nextlaw parteciperà alla decima edizione del Nimby Forum, in programma il prossimo 17 novembre a Roma presso la Sala della Regina della Camera dei Deputati.

Il Nimby Forum studia il fenomeno delle contestazioni di gruppi e istituzioni locali, con particolare attenzione a quelle opere ed infrastrutture di pubblica utilità che vedono rallentata la loro realizzazione a causa delle accese opposizioni sul territorio. Secondo gli ultimi risultati, in Italia sono oltre trecento le infrastrutture e gli impianti oggetto di contestazioni.

Nexlaw sarà presente al Forum per discutere delle forme di partecipazione e di condivisione del pubblico ai procedimenti finalizzati alla costruzione di grandi progetti infrastrutturali.

1 ottobre 2015

Nextlaw con TAP all’Italian Energy Summit – MIlano, 28-29 settembre 2015

CATEGORIA :   Next Story
foto2

Nextlaw ha accompagnato TAP alla quindicesima edizione dell’Italian Energy Summit, kermesse dedicata al mercato dell’energia svoltasi a Milano a fine settembre scorso.

Nel corso della due giorni è emerso come la crescente dipendenza europea dalle importazioni indebolisca l’affidabilità dell’approvvigionamento energetico e comprometta l’intera economia. Pertanto, occorre prendere decisioni in grado di garantire un mix energetico sostenibile, sicuro e competitivo. In questo modo l’energia potrà trasformarsi in elemento chiave per l’innovazione e la competitività delle imprese.

TORNA SU